Warning: Missing argument 2 for wpdb::prepare(), called in /web/htdocs/www.progettodiogene.eu/home/DEV/wp-content/themes/brainstorm/functions/sidebars.php on line 70 and defined in /web/htdocs/www.progettodiogene.eu/home/DEV/wp-includes/wp-db.php on line 1247
BIVACCOURBANO_R - Progetto Diogene

BIVACCOURBANO_R

banner_Andreoletti_GAM

TALK

Il 22 Novembre alle ore 18:30
la GAM di Torino, Via Magenta 31
(sala 1  piano terra)

L’artista Tea Andreoletti presenterà “Simoposiarca”, progetto che l’artista sta conducendo durante la residenza/borsa di ricerca Diogene Bivaccourbano_R, e che  si concluderà a dicembre.

Simposiarca” è parte di una ricerca più ampia che Andreoletti porta avanti da poco più di un anno, dedicandosi a un’arte esperienziale che si compie nel processo piuttosto che nel dato finale, attraverso la condivisione della propria esistenza con altri, in un’esperienza diretta e meravigliata del mondo.

Bivaccourbano_R 2016 è stato per Andreoletti l’occasione per dedicarsi all’esperienza di pratiche conviviali adeguate alla sensibilità contemporanea, trasformando il Tram di Diogene in un salotto nel quale, ogni settimana, vengono accolti pochi ospiti invitati, e viene offerta loro acqua sapientemente mesciata con vino. Durante il periodo di ricerca Andreoletti ha infatti seguito i corsi d’idro-sommelier/degustatrice di acque minerali e di sommelier, con l’intento di combinare questi due sapori in maniera equilibrata, dando vita ad una bevanda capace di trasmettere atmosfere familiari e diventare il pretesto per iniziare il dialogo, accompagnare la conversazione e la condivisione dell’esperienza. Ad ogni incontro l’artista esalta così l’antica consuetudine di diluire il vino con l’acqua facendo suoi i gesti del Simposiarca, colui che durante i simposi, nell’antichità, stabiliva le giuste proporzioni di acqua nel vino perché si raggiungesse l’ebbrezza senza oltrepassarne il limite.

Durante la serata del 22 novembre presso gli spazi della GAM, l’artista parlerà della sua ricerca e si potranno ascoltare i racconti dell’esperienza di alcuni ospiti che hanno preso parte ai 13 incontri che finora sono stati fatti nel salotto del tram.