Warning: Missing argument 2 for wpdb::prepare(), called in /web/htdocs/www.progettodiogene.eu/home/DEV/wp-content/themes/brainstorm/functions/sidebars.php on line 70 and defined in /web/htdocs/www.progettodiogene.eu/home/DEV/wp-includes/wp-db.php on line 1247
PROGETTO DIOGENE_The Unseen 2020 - Progetto Diogene

PROGETTO DIOGENE_The Unseen 2020

banner-sito

Progetto Diogene in collaborazione con la Galleria Oggetti Specifici, presenta The Unseen_2020

Nato nel 2017 e ora alla sua seconda edizione, The Unseen indaga e rende visibile il lavoro di ricerca e produzione di conoscenza che è insito nell’operare di ogni artista: il nucleo creativo che resta nascosto, sommerso e nel contempo vitale, fondamentale per ciò che emerge come opera.

Focalizzandosi sulla ricerca artistica come struttura portante del fare arte, The Unseen affianca ciascun artista invitato nell’esplorazione del proprio humus creativo – fatto di letture, immagini, oggetti personali, esperienze, posizioni – attivando uno scambio nel quale vive la sperimentazione, intesa come combinazione imprevista di situazioni, metodi, domande, tentativi, umori.

L’edizione 2020 si apre alla collaborazione con Oggetti Specifici, il progetto-galleria fondato nel 2019 da Caterina Filippini con l’intento affine di investigare e condividere con il pubblico gli oggetti che appartengono, nel quotidiano, alla fase generativa dell’opera d’arte. Diogene si confronta con Oggetti Specifici per creare interrogativi sulla questione del valore e preparazione dell’opera, tenendo conto non solo degli oggetti ma anche di tutti quegli stimoli del vivere – contingenze, apparizioni o esperienze – che concorrono comunque alla definizione del lavoro finito e difficilmente prendono corpo in qualcosa di materiale.

Per approfondire l’indagine sul rapporto tra processo e opera, traccia materiale e immateriale, l’edizione 2020 propone inoltre una selezione di artisti che concentrano la loro ricerca sull’azione, sulla performance, le cui opere finite sono dunque, a loro volta, per lo più immateriali. Che ruolo giocano gli oggetti nel loro processo creativo? è forse diverso dal ruolo che gli oggetti esercitano nel lavoro di chi produce opere materiali? In che modo si può condividere con un pubblico l’insieme di tracce materiali e immateriali portano alle opere finite? Sono solo alcune delle domande che hanno accompagnato i dialoghi del progetto The Unseen_2020 e che verranno condivise con il pubblico nel corso di tre giorni, dall’1 al 3 ottobre.

> 1 Ottobre / 18.30

c/o COMBO Corso Regina Margherita 128, Torino

Luigi Coppola, Myriam Laplante, Salvatore Iaconesi/Oriana Persico, in diaogo con Caterina Filippini (Oggetti Specifici), gli artisti di Progetto Diogene: Franco Ariaudo, Alice Benessia, Andrea Caretto, Manuele Cerutti, Giulia Gallo, Luca Luciano, Valerio Manghi, Silvia Margaria, Raffaella Spagna, Elena Tortia.

The Unseen_2020 inaugura in presenza di tutti gli artisti invitati. Luigi Coppola, Myriam Laplante e il duo Salvatore Iaconesi/Oriana Persico si confrontano in un racconto fatto di parole e cose che introduce gli eventi individuali che si terranno al Tram Diogene nei giorni seguenti.

La sala Atlas Room presso Combo ospiterà un display curato da Oggetti Specifici. Un’introduzione alla ricerca di ogni artista, una raccolta di tracce che forniscono indizi sul processo creativo che anima la loro ricerca, frammenti tangibili che rivelano tratti del percorso che conduce alla realizzazione dell’opera. Un cammino nascosto, intercalato da ripensamenti, errori apparenti, prove.

> 2 Ottobre / h 18.30 / Luigi Coppola

> 3 Ottobre / h 18.30 / Myriam Laplante

                          aperitivo

                          h 21.00 / Salvatore Iaconesi/Oriana Persico

c/o Tram Diogene, Rotonda C.so Regio Parco X C.so Verona, Torino

Durante la primavera e l’estate del 2020, i componenti dell’associazione Diogene e Caterina Filippini, hanno intrattenuto un dialogo a distanza con i quattro artisti selezionati per la nuova edizione del progetto The Unseen. Un confronto aperto tra colleghi, affiancati dall’approccio peculiare di Oggetti Specifici, durante il quale sono stati liberamente attraversati ricordi d’infanzia, ricostruzioni genealogiche e geografiche, passioni originarie e formazioni, approcci diversi alla ricerca ed alla produzione artistica, visioni personali sul ruolo dell’imprevisto, dell’errore e del fallimento, parentele e distanze, senso di responsabilità, disillusioni e molto altro.

Le giornate del 2 e 3 Ottobre completano questo dialogo in presenza degli artisti, invitati a spogliarsi dal rigido schema della “presentazione lavori”, per avventurarsi in un personale esporsi al pubblico ed interpretare ciò che per ognuno di essi è nutrimento del processo creativo.

In ottemperanza alle linee guida sul distanziamento sociale, è gradita una conferma di partecipazione agli eventi.

Per info e prenotazioni: info@progettodiogene.eu

Le attività di Progetto Diogene sono realizzate grazie alla collaborazione di GTT – Gruppo Torinese Trasporti e del Comune di Torino.

 

Comment on this post